Agguato nel Vibonese: commerciante ucciso con 5 colpi di pistola

Si continua a indagare sull'agguato a Salvatore Scrivo, il 59enne commerciante di Serra San Bruno (Vibo Valentia) ucciso con cinque colpi di pistola calibro 7.65. L'uomo, due sere fa, stava andando a casa della sorella percorrendo la strada la statale che porta nel vicino comune di Mongiana.

Appena aperta la portiera della sua auto Scrivo è stato raggiunto dalla pioggia di piombo. Dato l'allarme sul posto sono giunti carabinieri, polizia e i sanitari del 118. Inutile la corsa in ospedale l'uomo è morto poco dopo illusa arrivo nel nosocomio a causa delle gravi ferite riportate.

Scrivo, già noto alle forze dell'ordine, in passato rimase coinvolto in un'inchiesta della Direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria contro il traffico internazionale di droga gestito dai clan di 'ndrangheta, come ricorda Reggio TV.

Secondo le accuse che gli venivano mosse l'uomo avrebbe fatto da intermediario tra un trafficante di cocaina della cosca Alvaro di Sinopoli e narcos sudamericani. A luglio 2008 Scrivo finì in carcere. Gli investigatori per spiegare l'omicidio non escludono una possibile vendetta nel mondo della criminalità ma non formulano ancora nessuna ipotesi precisa sul movente dell'agguato.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail