Roma: insegnante condannato per atti sessuali con allieva 13enne

Colosseo

Un uomo di 50 anni è stato condannato a Roma a 3 anni e 8 mesi di reclusione per atti sessuali con una bambina di 13 anni.

La vicenda è raccontata questa mattina sulle pagine del Messaggero: una assurda storia d'amore, con la ragazzina che si diceva innamorata dell'uomo, suo professore di musica in un istituto privato di arti sceniche. I fatti risalgono al 2014, con la giovanissima allieva che manifesta la propria "cotta" nei suoi confronti e lui - chiaramente a conoscenza dell'età della piccola - che si rende colpevole degli atti criminali.

Scrive il Messaggero:

Quando l'ha conosciuto è rimasta affascinata. Ha iniziato a mandargli qualche timido messaggio sul cellulare. I contatti sono poi diventati sempre più frequenti. "Ti amo, sono innamorata di te", gli ha scritto un giorno. È andata anche più oltre. "Ti prometto che sarai il primo".

I due si sarebbero incontrati a casa di lei, quando i genitori erano fuori. Lì sareberro avvenuti gli atti sessuali vietati dalla legge. I genitori della piccola si sono resi conto di tutto notando sguardi strani tra i due fuori la scuola, così sono scattate le indagini che hanno portato al processo e alla condanna per l'uomo.

  • shares
  • Mail