Omicidio Fortuna, arrestata la madre di Antonio Giglio

Fortuna Loffredo

Un altro arresto a Caivano, nel condominio nel quale, a un anno di distanza l’uno dall’altro, sono morti i piccoli Antonio Giglio e Fortuna Loffredo. Dopo l’arresto di Raimondo Caputo avvenuto la scorsa settimana, quest’oggi è stata la volta di Marianna Fabozzi, la compagna del presunto pedofilo e madre di Antonio, il bambino precipitato nel vuoto nel 2013.

La donna ha violato gli arresti domiciliari e i carabinieri di Casoria le hanno quindi notificato un’ordinanza di aggravamento della custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale di Napoli Nord, per favoreggiamento agli abusi sessuali nei confronti delle tre figlie. La donna è stata condotta al carcere di Pozzuoli.

La donna era stata costretta agli arresti domiciliari dopo che gli inquirenti avevano accertato il suo coinvolgimento negli abusi sessuali compiuti dal compagno Raimondo Caputo – presunto assassino di Fortuna Loffredo – sulle sue tre figlie. La donna è anche coinvolta nell’inchiesta per l’omicidio colposo di suo figlio Antonio, morto nel 2013, cadendo da una finestra al settimo piano dell’isolato 3 nel Parco Verde di Caivano.

Via | Repubblica

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail