Omicidio Fortuna Loffredo. L'amica della bimba: "Lui le stava addosso, lei le ha dato dei calci"

Fortuna Loffredo

Dopo l'arresto di Raimondo Caputo, sospettato dell'omicidio Fortuna Loffredo, la bimba di 6 anni trovata morta il 24 giugno 2014 davanti al palazzo dove abitava a Caivano, escono nuovi inquietanti particolari sulla stampa.

Oggi il quotidiano Repubblica ha pubblicato alcuni estratti di una testimonianza resa da una piccola amica di Fortuna alla psicologa e ai magistrati. Ricordiamo che a far emergere lo scandalo pedofilia è stato proprio il coraggio dei bambini, mentre gli adulti hanno scelto l'omertà. Sono stati i minori a rivelare che Fortuna sarebbe stata gettata dalla finestra nel tentativo di sfuggire all'ennesima violenza di Caputo, convivente della madre dell'amica del cuore della bambina e madre di Antonio Giglio, un altro bambino morto in circostanze analoghe nel 2013.

Ecco uno stralcio del verbale del 23 marzo scorso. Anna (11 anni) inchioda Caputo:

A.:"Stavamo a casa (è l'appartamento della nonna, isolato 3, ndr). Mia mamma in cucina. Io stavo lavando per terra. Chicca (Fortuna) è venuta a bussare alla porta. Mi ha detto: vuoi giocare? Io ho detto: aspè sto lavando per terra. Si è seduta, ha detto "mi fanno male scarpe", usciva a cambiarle e risaliva".
Pm: "Quindi c'eri tu e poi, chi?" A.: "Mamma, Chicca, Raimondo".
Pm: "Poi? Chicca con chi è uscita?" A.: "Con Caputo Raimondo".
Pm: "E poi? Dove vanno?" A.: "Sono saliti su" Pm: "Li hai visti da sola?" A.: "No, stava anche mia mamma. E poi abbiamo visto che lui la buttava giù".
Psicologa: "Tesoro. Tu cosa vedi all'ottavo piano? Cosa facevano?" A.: "La violentava".
Psicologa: "Che significa, amore? Dove stava Chicca, come?" A.: "Stava sdraiata. Anche lui sdraiato e si buttava addosso".
Pm: "E Chicca cosa faceva?" A.: "Gli dava i calci".
Psicologa: "E poi che fanno?" A.: "Poi lui la prende in braccio e la butta giù. L'ho visto che entrava in quel cancello (che delimita il terrazzo di copertura, ndr) ". Pm: "Quindi non l'hai visto proprio?"
A: "Ho sentito le urla. Poi (dopo il tonfo sordo, la morte, ndr), poi siamo scese tutte giù, e la mamma di Chicca è svenuta"

  • shares
  • Mail