Livorno: incassa per 16 anni la pensione della madre morta

Riscuote pensione mamma orta

Ha incassato per lunghi sedici anni la pensione madre morta nel 1997. L'ennesima truffa all'Istituto nazionale di previdenza è stata scoperta nel livornese, a Rosignano Marittimo, dove una donna ha intascato indebitamente dall'Inps una somma pari a oltre 160 mila euro.

L'indagata, che oggi ha 60 anni, è stata scoperta e denunciata per truffa aggravata dalla guardia di finanza di Livorno che ha eseguito un'ordinanza emessa dal giudice per le indagini preliminari Antonio Pirato. Contestualmente le fiamme gialle hanno disposto il sequestro preventivo dell'abitazione in cui la donna abita.

Le indagini coordinate dalla procura di Livorno erano partire dopo la denuncia della direttrice dell'Inps di Piombino che a seguito di alcuni controlli aveva notato delle anomalie in merito all'erogazione di una pensione corrisposta a una signora che era deceduta nel 1997 a 74 anni ma che con la rivalutazione Istat nel 2013 aveva raggiunto un assegno mensile pari a 900 euro.

Secondo gli accertamenti con i soldi della pensione la famiglia della donna ha provveduto al pagamento delle rate di un mutuo da oltre 430.000 euro, servito per l’acquisto di una villetta con annesso garage a Rosignano Marittimo, Unità immobiliari intestate dall’indagata al marito e ai figli, con ogni probabilità proprio per eludere le possibili azioni esecutive per il recupero delle somme indebitamente erogate dall’Inps.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail