Varese, omicidio di Stefania Amalfi: arrestato il marito Alessandro Argenziano

carcere-di-varese.jpg

É scattato oggi l’arresto di Alessandro Argenziano, 40enne di Varese, a esattamente un anno di distanza dalla morte della moglie Stefania Amalfi, trovata morte nell’abitazione di famiglia in via Conca d’Oro a Varese.

Sarebbe stato lui, secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, ad uccidere la moglie al fine di incassare la polizza sulla vita da 30 mila euro di cui era l’unico beneficiario. L’uomo, secondo quanto spiegato oggi da Silvia Carozzo, funzionario della Squadra Mobile, avrebbe stordito la moglie con dei farmaci e, quando era ormai incapace di reagire, l’avrebbe soffocata con un cuscino.

Argenziano, lo sostengono gli inquirenti, avrebbe anche inscenato il suicidio della donna, costringendola a scrivere una lettera di addio nella quale dichiarava anche che suo marito non aveva nulla a che fare con la sua morte.

I famigliari della donna si erano sempre opposti a quella relazione e dopo la morte di Stefania avevano accusato apertamente Argenziano del suo omicidio. Le indagini, per ora, hanno dato loro ragione: l’uomo è stato condotto in carcere e domattina sarà interrogato davanti al gip.

  • shares
  • Mail