Bibbiano (Reggio Emilia): uccide il fratello nel sonno e poi ingerisce acido

uccide il fratello bibbiano

Avrebbe ucciso il fratello per motivi ancora da accertare per poi tentare di togliersi la vita. Siamo a Bibbiano, comune reggiano della Val d'Enza, dove ieri i carabinieri sono intervenuti nell'appartamento in cui i fratelli vivevano insieme trovando il cadavere di un uomo di 41 anni di nazionalità indiana.

In casa c'era anche il fratello della vittima che aveva ingerito dell'acido e che sarebbe il responsabile del delitto. Il presunto omicida è stato trasportato e ricoverato in ospedale, non versa in pericolo di vita ed è piantonato dai carabinieri.

Le indagini dei militari dell'Arma di Bibbiano e dell'aliquota operativa della compagnia di Reggio Emilia sono coordinate dal pubblico ministero Giulia Stignani. L'intervento dei carabinieri era stato richiesto poco dopo l'una e mezza della scorsa notte con una telefonata al 112 in cui si raccontava dell'accaduto.

Il cadavere della vittima è stato ritrovato in camera da letto riverso sul materasso. In base a una prima ricostruzione dell'omicidio il 41enne sarebbe stato ucciso nel sonno dal fratello che con un corpo contundente gli avrebbe fracassato la testa. Buio per ora sul movente, si attende che il presunto assassino si riprenda per raccontare la sua versione dei fatti agli inquirenti.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail