Marittimo trovato con la gola tagliata su nave mercantile a Venezia: è giallo

cadavere bianca_amoretti.jpg

È giallo per il marittimo trovato cadavere ieri con la gola tagliata nella sala macchine della nave mercantile "Bianca Amoretti" a Venezia. "Fonti delle forze dell'ordine" citate dall'Ansa stanno indagano a 360 gradi non escludendo allo stato nessuna ipotesi, dall'omicidio al suicidio fino al tragico incidente sul lavoro.

Il corpo di Giosuè Sorrentino, 35enne di Sant'Agnello (Napoli) è stato trovato da alcuni colleghi mentre la nave, una petroliera battente bandiera italiana, era in rada a Malamocco. Lanciato l'allarme sul marcantile sono giunti per primi gli uomini della Guardia costiera e i sanitari del Suem 118. Le indagini sono state affidate alla Questura di Venezia e il Bianca Amoretti per favorire le indagini è stata fatta entrare a Venezia e portata in banchina a Marghera.

Gli investigatori della polizia stanno ascoltando il resto dell'equipaggio, a cominciare dal personale che lavorava a più stretto contatto con l'uomo. Una volta raccolte le testimonianze con ogni probabilità si dovrà attendere l'autopsia per saperne di più sulle cause della morte di Sorrentino.

La società armatrice della nave ha spiegato in una nota che il comandante ha attivato tutte le procedure previste in questi casi sottolineando come siano state contattate con tempestività le autorità competenti. Il mercantile Bianca Amoretti era rimasto ancorato nel porto di Ravenna fino al 21 aprile scorso, poi aveva fatto rotta verso Venezia dove era arrivato alle prime luci del giorno di ieri.

Foto Via | naviearmatori.net

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail