California, scoperto tunnel della droga al confine col Messico - VIDEO

Non è certo una novità che i narcotrafficanti messicani si avvalgano di tunnel scavati al confine con gli Stati Uniti per trasportare la droga passando più o meno indisturbati, ma quello scoperto poche ore fa in California sembra essere uno dei più lunghi mai scavati in quell’area.

Poco più di 800 metri di tunnel che collegava San Diego, in California, a Tijuana, in Messico, equipaggiato di illuminazione, sistema di ventilazione, binari per facilitare il trasporto della droga e addirittura un ascensore in grado di trasportare fino a 10 persone.

L’accesso al lungo tunnel, largo poco più di un metro, era nascosto dietro a un armadio in un’abitazione di Tijuana. Da lì, percorrendo 800 tortuosi metri, si poteva sbucare in un’area abbandonata della periferia di San Diego. L’accesso dal lato statunitense era stato scoperto con immondizia e un enorme secchio della spazzatura.

Non è chiaro al momento se il tunnel fosse già completato o se i lavori fossero ancora in corso, ma è stato accertato che i narcotrafficanti avevano già iniziato ad utilizzarlo: nel corso dell’operazione che ha portato alla scoperta del tunnel sono stati sequestrate dieci tonnellate di marijuana e una tonnellata di cocaina.

A finire in manette sono stati sei narcotrafficanti, ora detenuti a San Diego. Si tratta, lo confermano le autorità locali, di un cittadino statunitense, due cubani e tre messicani.

  • shares
  • Mail