Delitto Varani, Manuel Foffo risponde a Pietro Maso: “Si vergogni”

Pietro Maso indagato

Pietro Maso, reo confesso del barbaro omicidio dei suoi genitori, Antonio Maso e Mariarosa Tessari, per il quale è stato condannato in via definitiva a 30 anni di carcere, non ha ricevuto la risposta che probabilmente si aspettava dopo la missiva inviata a Manuel Foffo, uno dei due giovani arrestati per l’omicidio di Luca Varani.

Il giovane, reo confesso insieme a Marco Prato, ha risposto accusando Maso di volersi fare pubblicità:

Se pensa di farsi pubblicità approfittando della tragica morte di Luca e in particolare del suo libro, che non intendo leggere, ha sbagliato indirizzo e destinatario.

Nella breve lettera, pubblicata oggi da TgCom24, Foffo prende le distanze da Maso, ora ospite di una comunità di recupero in Trentino, e lo accusa di non essersi mai pentito per quanto commesso:

Si vergogni per non aver speso neanche una parola di rimorso e pentimento per quanto lei ha commesso uccidendo chi le ha dato la vita. A differenza sua, io non riuscirò mai a darmi pace per quanto fatto.

E, in conclusione, invita Maso a non prendere ulteriori contatti con lui, rimettendo tutto in mano agli avvocati: “Spero di non doverle scriverle più, nel qual caso vi provvederanno i miei legali”.

  • shares
  • Mail