Roma: entra nel bar e uccide la moglie, arrestato 51enne

omicidio

Ha ucciso la moglie perché non riusciva ad accettare la fine della loro relazione. Omicidio a Lunghezza, alla periferia est di Roma, dove un uomo di 51 anni ha seguito la donna in un bar per poi spararle contro 4 colpi di pistola sotto gli occhi terrorizzati di avventori e passanti. Raggiunta dai proiettili a una mano, all'addome e al petto per la donna non c'è stato nulla da fare.

Dato l'allarme sul posto sono arrivati gli agenti della Squadra Mobile capitolina che in breve hanno bloccato l'omicida: l'uomo dopo il delitto era fuggito cercando di disfarsi della pistola in una stradina limitrofa. Portato in questura il 51enne avrebbe subito ammesso di aver ucciso la compagna.

La coppia abitava nella zona, i due stavano per separarsi, e lei era una cliente abituale del bar-tabacchi in cui è stata uccisa. La scientifica ha eseguito i rilievi del caso nell'esercizio commerciale per ricostruire l'esatta dinamica dell'aggressione armata. L'arrestato, che ha piccoli precedenti penali alle spalle, si vedeva spesso litigare con la donna, raccontano adesso vicini di casa e conoscenti. Ieri pomeriggio la sua rabbia per essere stato lasciato dalla moglie si è trasformata in furia omicida.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail