Caltagirone: estorsioni e omicidi, 28 arresti per mafia

arresti mafia caltagirone

Sono 28 gli arresti per mafia compiuti stamattina nel catanese a carico altrettanti soggetti considerati a vario titolo appartenenti alla cosca del calatino. Gli inquirenti ritengono di aver bloccato sul nascere una guerra tra clan. La fase di transizione degli equilibri criminali sul territorio ha reso necessario il provvedimento di fermo per evitare imminenti e gravi fatti di sangue spiega chi indaga.

Ad eseguire l'operazione, denominata Kronos, sono stati i carabinieri del Ros e dei comando provinciale di Catania, Ragusa, Siracusa ed Enna. Le ordinanza di custodia cautelare sono state emesse dal gip etneo su richiesta della locale direzione distrettuale antimafia. Le accuse mosse agli arrestati sono di associazione mafiosa, omicidio, estorsione e reati in materia di armi.

Le indagini del Ros hanno ricostruito dinamiche criminali e assetti organizzativi della cosca mafiosa di Caltagirone collegata con con altri gruppi malavitosi anche al di fuori della provincia di Catania. Gli accertamenti dei militari dell'Arma avrebbero documentato le responsabilità di alcuni degli indagati in relazione a un duplice omicidio commesso a Raddusa, in provincia Catania.

Ricostruiti anche diversi summit tra i boss della famiglia mafiosa di Caltagirone, dei Santapaola di Catania e del clan Nardo di Lentini (Siracusa). Gli incontri erano finalizzati "all'elezione" del rappresentante provinciale di cosa nostra nel catanese e alla gestione condivisa delle estorsioni su appalti pubblici e lavori privati.

  • shares
  • Mail