Omicidio Ciro Esposito, il pm chiede l'ergastolo per Daniele De Santis

ciro-esposito-675.jpg

I pm Eugenio Albamonte e Antonino Di Maio della procura di Roma hanno chiesto l'ergastolo per Daniele De Santis, l'ultrà giallorosso accusato dell'omicidio del napoletano Ciro Esposito.

Il tifoso della squadra partenopea era stato ferito gravemente il 3 maggio 2014 poco prima della finale di Coppa Italia tra Fiorentina e Napoli e morto dopo un'agonia di 53 giorni. Per Gennaro Fioretti e Alfonso Esposito, tifosi del Napoli e accusati di rissa aggravata, è stata invece richiesta una condanna a 3 anni di reclusione.

"L'ergastolo me lo do da solo, non me lo date voi. Non ho paura di morire, buffoni"

ha urlato De Santis mentre veniva portato fuori dall'aula bunker di Rebibbia, dove si svolge il processo a suo carico. De Santis, riferiscono i presenti, ha seguito l'udienza su una barella a causa delle ferite ad una gamba riportate nel corso degli scontri culminati con il ferimento del tifoso napoletano.

Nei giorni scorsi De Santis aveva ammesso di avere sparato ma ha anche affermato che l'arma non era sua ma di un tifoso napoletano "di un gruppo diverso di quello di Ciro Esposito" dicendosi rammaricato per quanto successo ma difendendo la sua posizione nell'ottica di una sorta di difesa personale.

Foto | Twitter

  • shares
  • Mail