Combattimenti tra pitbull e allevamento abusivo di cani: 5 denunce

Aggiornamento 9:50 - Le indagini sui combattimenti tra pitbull erano iniziate dopo una segnalazione su un imprenditore genovese di 33 anni che aveva alcuni pitbull, di cui uno destinato ai combattimenti con altri cani. La polizia ha poi scoperto che presso l’abitazione dell'uomo c’erano effettivamente tre pitbull, uno tenuto in un recinto nel cortile e gli altri due in un appezzamento di terreno poco distante da casa dove era stato allestito un piccolo ''campo di addestramento''.

Uno dei cani era tenuto per molto tempo segregato in modo da farne aumentare l'aggressività: veniva fatto uscire solo per pochi minuti al giorno dalla piccola gabbia che lo ospitava. Seguendo l’uomo gli investigatori sono giunti in provincia Pavia dove l’imprenditore e altre 4 persone avevano organizzato i combattimenti tra i loro cani in un circolo sportivo adibito a palestra di proprietà di uno dei denunciati.

In un manufatto poco distante dalla palestra gli agenti hanno poi trovato un vero e proprio allevamento abusivo, con una quarantina di cani di varie razze, tra cui diversi esemplari di dogo argentino, tenuti in gabbie per cani. Alle fine cinque persone, quattro uomini ed una donna, sono stati denunciati per il reato di divieto di combattimenti tra cani e tutti gli animali in loro possesso sono stati segnalati alle Asl del territorio.

Genova, combattimenti tra cani: sgominata banda

Una gang dedita a combattimenti clandestini tra cani attiva tra Genova e Imperia è stata scoperta e sgominata alla polizia. Gli investigatori hanno rintracciato i cani utilizzati nei combattimenti, soprattutto di razza pitbull, nella provincia di Genova, in un allevamento abusivo a Pavia e nelle abitazioni di alcuni degli indagati, uomini e donne.

Nel blitz compiuto dalla squadre mobili di Genova e Imperia sono stati sequestrati farmaci e attrezzature che servivano alla banda per l'allenamento degli animali.

(in aggiornamento)

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail