Milano: marito picchia la moglie e le nega i soldi per le medicine

L'uomo, un 75enne farmacista in pensione, è stato arrestato con l'accusa di maltrattamenti in famiglia

Dopo dieci anni di maltrattamenti ai danni della moglie, un uomo di 75 anni è stato arrestato ieri a Milano. Stando alla ricostruzione fornita dalla moglie, tra i due sarebbe scoppiata una lite violenta nel pomeriggio di mercoledì 13 aprile, durante la quale la donna, una 72enne, sarebbe uscita sul balcone della casa chiedendo aiuto ai passanti. Le urla avrebbero indotto l'uomo a fermarsi permettendo così alla donna di uscire di casa per rifugiarsi da un'amica.

La donna ha raccontato di essere rincasata verso le 19:30 dello stesso giorno nella speranza di ritrovare un clima più sereno, ma invece ad aspettarla c'era ancora il marito carico di rabbia. A questo punto avrebbe deciso di chiamare la polizia che, una volta arrivata, ha trovato la donna chiusa nella camera da letto mentre il marito era seduto tranquillamente su un divano. La donna ha così raccontato agli agenti di essere stata picchiata dal marito, facendo presente che non si trattava di un caso isolato.

Nel perorare la sua tesi ha anche mostrato due referti medici risalenti al 2003 ed al 2008 per documentare i maltrattamenti ripetuti nel tempo. La donna ha raccontato che il marito, un ex farmacista, sarebbe diventato violento una decina di anni fa dopo essere andato in pensione. Il marito le avrebbe perfino negato più volte i soldi per acquistare i medicinali prescritti per curarsi dal cancro dal quale è affetta, sostenendo che sarebbe stato "uno spreco". In tal senso, sempre secondo il racconto della moglie, l'avrebbe anche invitata a suicidarsi.

La signora è stata accompagnata all'Ospedale San Carlo dove l'hanno medicata e dimessa con una prognosi di 20 giorni per i traumi e le contusioni riportate. L'uomo invece è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia.

gettyimages-77236347.jpg

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail