Donna uccisa nel bolognese, fermato il marito

omicidio a molinella

13 aprile 2016, ore 18.10 - Il racconto del marito di Liliana Bartolini, sentito a lungo nella giornata odierna, non ha convinto gli inquirenti e per questo è stato arrestato con l’accusa di aver ucciso la consorte, trovata cadavere questa mattina nella sua abitazione di Molinella, in provincia di Bologna.

L’uomo, tassista di 52 anni, aveva raccontato agli inquirenti di esser stato aggredito da uno sconosciuto mentre stava rientrando a casa e di aver scoperto il cadavere della moglie solo dopo essersi ripreso dall’aggressione. Il malvivente, secondo il suo racconto, aveva ucciso la moglie.

Al momento non c’è stata alcuna confessione, ma l’interrogatorio è stato sospeso per dare modo all’uomo di nominare un avvocato.

Donna uccisa nel bolognese, marito in ospedale

Omicidio a Molinella nel bolognese dove una donna di 51 anni è stata trovata morta in casa sua, nella frazione Miravalle. Ad avvisare i carabinieri sarebbe stato il marito della vittima verso le 4 del mattino. L'uomo, secondo una prima ricostruzione dei fatti, ai militari dell'Arma ha raccontato di aver trovato la moglie cadavere nel soggiorno della loro abitazione.

La donna sarebbe stata uccisa con un'arma da taglio, il corpo presentava una profonda ferita all'altezza della gola. Il marito, di 52 anni, si trova adesso all'ospedale Maggiore dove è stato medicato per delle tumefazioni.

Gli inquirenti a breve lo interrogheranno per capire se la versione dei fatti da lui fornita sia corretta e cosa sia successo in quella casa. Le indagini sul delitto sono coordinate dal pubblico ministero di Bologna Antonella Scandellari.

  • shares
  • Mail