Frosinone: 20 arresti per corruzione, 4.000 euro per patente a stranieri

Patente a stranieri frosinone

Maxi blitz anti corruzione condotto dalla polizia di Frosinone con 20 arresti eseguiti questa mattina per un totale di 135 indagati in un'inchiesta che profila le accuse di falso in atto pubblico, sostituzione di persona, accesso abusivo a sistema informatico pubblico e frode informatica ai danni dello Stato.

All'operazione hanno partecipato le squadre mobili delle questure di Roma, Napoli, Caserta e l'Aquila. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti l'organizzazione sgominata con gli arresti di oggi lucrava sulle patenti da rilasciare a cittadini stranieri.

Gli arrestati avevano messo in piedi un vero e proprio tariffario per i servizi offerti: ad esempio per ottenere revisionare o rinnovare la patente di guida agli stranieri venivano chiesti fino 4.000 euro. In manette è finito anche un ingegnere della Motorizzazione Civile di Frosinone direttore dell'ufficio deputato all'epoca dei fatti.

La polizia ha sequestrato 90 patenti di varie categorie, indagando i relativi possessori che a loro volta hanno sfruttato il sistema illegale creato dall'organizzazione. I clienti della banda criminale erano soprattuto stranieri spesso non in condizione di comprendere la lingua italiana, il codice della Strada e la segnaletica stradale costituendo quindi un grave pericolo per la sicurezza, spiegano gli investigatori.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail