Lione: perquisita Diocesi, cardinale accusato di coprire preti pedofili

La sede dell'arcivescovo di Lione, in Francia, è stata perquisita ieri dalla polizia transalpina nell’ambito dell'inchiesta sui casi di pedofilia che sarebbero stati commessi da due sacerdoti della diocesi guidata dal cardinale Philippe Barbarin.

Il porporato secondo gli investigatori era a conoscenza degli abusi, tre i casi che sarebbero avvenuti nella sua diocesi tra gli anni Ottanta e Novanta, e li avrebbe nascosti. Il cardinale è accusato in sostanza di aver coperto due preti presunti pedofili, padre Bernard Preynat, accusato da un gruppo di ex scout, e padre Jérome Billioud, finito nei guai dopo che un uomo che ha denunciato lui e lo stesso cardinale Barbarin.

"Il cardinale Barbarin ha espresso in più occasioni la sua intenzione di collaborare in tutta trasparenza con la giustizia: resta a disposizione con fiducia" si legge in una nota diffusa dalla diocesi di Lione. Barbarin, si spiega ancora nel comunicato, rinnova “l'auspicio che la giustizia possa agire nella serenità indispensabile nei confronti della verità e nel rispetto della sofferenza delle vittime". Quest'ultime hanno anche scritto una lettera a Papa Francesco chiedendo più trasparenza nelle indagini e piena giustizia.

Roman Catholic Cardinal Philippe Barbarin

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail