Torino: picchia la compagna e la obbliga alla dieta, arrestato

violenza domestica

Poteva mangiare solto il cibo approvato dal compagno che oltre a essere ossessionato dalla gelosia la obbligava a una dieta ferrea perché non voleva farle mettere chili in più. La donna poteva solo sognare di mangiare dolci o di uscire per andare dall'estetista: da ben tredici anni subiva percosse, pedinamenti e continue prevaricazioni, anche in campo alimentare come la stessa vittima ha raccontato ai carabinieri di Torino dopo aver trovato il coraggio di denunciare il convivente.

L'uomo la seguiva anche quando andava a lavorare o a fare la spesa e minacciava di ucciderla se lo avesse lasciato. I militari dell'Arma a seguito al racconto della donna, di 42 anni, hanno arrestato il compagno, un 47enne di Torino, con l'accusa di maltrattamenti in famiglia. L'uomo, capite le intenzioni della convivente, anche ieri l'aveva minacciata di morte, provando a farla desistere dopo averla fatta salire in auto con una scusa mentre lei si stava recando in caserma per sporgere denuncia.

Dopo essere stata picchiata la donna ha chiamato il fratello che a sua volta ha chiamato il 112. Ad emettere l'ordinanza di custodia cautelare a carico dell'uomo è stato il gip del capoluogo piemontese su richiesta del pubblico ministero Alessandra Provazza che ha coordinato le indagini.

  • shares
  • Mail