Omicidio stradale: primo arresto nel napoletano

A Somma Vesuviana il primo arresto dopo l'approvazione della legge sull'omicidio stradale

gettyimages-460868270.jpg

Per la prima volta è stata applicata una misura cautelare per il reato di omicidio stradale entrato in vigore sabato scorso. Proprio nella stessa giornata su una strada periferica del comune di Somma Vesuviana (NA) è morto Antonio Tufano, un giovane di 28 anni, a causa di un incidente automobilistico causato da Alessandro Pepe, un 37enne che ora si trova agli arresti domiciliari. I carabinieri hanno accertato che Pepe stava viaggiando a circa 100km/h su una strada il cui limite è fissato a 40km/h ed ha invaso la corsia apposta scontrandosi frontalmente con la vettura del ragazzo deceduto.

A bordo dell'auto guidata da Pepe c'erano anche due suoi nipotini di 10 e 12 anni a loro volta rimasti feriti, uno dei quali è attualmente ricoverato in prognosi riservata. L'uomo non avrebbe potuto guidare in quanto privo di patente, ritiratagli nel 2011 su provvedimento della prefettura di Napoli a seguito di una precedente condanna in sede penale. La sua autovettura è risultata inoltre priva di revisione.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail