Stalker condominiale arrestato a Roma

invetsito  e ucciso da auto pirata nuoro

Un uomo di 57 anni è stato arrestato a Roma in seguito all’attività persecutoria con la quale ha vessato per mesi i propri vicini di casa, in particolar modo i residenti negli appartamenti confinanti con il suo. Per mesi l’uomo ha costretto i suoi condomini a vivere in uno stato di perenne ansia, soggezione psicologica e paura per la propria incolumità fisica.

Gli atteggiamenti persecutori sono iniziati con minacce verbali, lettere minatorie, incisioni di scritte offensive sulle pareti e sulle porte d’ingresso dello stabile. Successivamente il livello dei contrasti con i propri condomini si è alzato e l’uomo ha aggredito fisicamente i vicini di casa e gli uomini della Polizia di Stato intervenuti più volte sul posto. In un paio di occasioni l’uomo ha minacciato i propri vicini di casa con un’ascia e un coltello.

Negli ultimi mesi la situazione si è aggravata al punto da costringere i condomini a trasferirsi o a prendere farmaci per controllare gli stati d’ansia.

Alcuni giorni fa i condomini, esasperati per l’ennesimo atto vandalico, hanno chiamato il Nue e all’arrivo di una pattuglia del Commissariato Spinaceto, lo stalker si è avventato contro gli agenti ferendone uno. A quel punto, vista la pericolosità dimostrata nel tempo, l’uomo è stato arrestato e condotto al carcere di Regina Coeli.

Via | Il Messaggero

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail