Pedopornografia in chat: 9 indagati e un arresto

pedopornografia Polizia postale

Sono 9 le persone indagate e una decima arrestata dagli agenti della polizia postale per le accuse di pedopornografia e l'istigazione alla pedofilia. Le indagini sono partite dalla segnalazione alle forze dell'ordine di un ingegnere di Milano che in una chat di incontri erotici si era imbattuto in utenti presunti pedofili. Uno di questi scriveva che aveva una figlia piccola e che abusava di lei.

L'ingegnere ha segnalato il fatto alla polizia postale che è riuscita a risalire al soggetto, residente nelle Marche. L'indagine è stata quindi trasferita ad Ancona dove gli agenti della polposta hanno avviato gli accertamenti utili a risalire all'identità dell'uomo, riscontrando infine che il racconto sugli abusi ai danni della figlia era falso: la persona in questione non ha figli e non ha la possibilità di frequentare bambini.

L'uomo, che in ogni caso dovrà difendersi dall'accusa di istigazione alla pedofilia, in chat dialogava con altri utenti finiti all'attenzione degli investigatori i quali dopo aver effettuato intercettazioni telematiche e perquisizioni domiciliari hanno scoperto che la maggior parte di queste persone deteneva materiale pedopornografico, in particolare una che per la mole di immagini in suo possesso, è stata arrestata.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail