Quarto Grado | Puntata 8 aprile 2016

Quarto Grado | La puntata dell'8 aprile 2016.

  • 00:38

    La puntata di stasera di Quarto Grado termina qui.

  • 00:35

    Simone Toscano: "Alex e Martina non si vedono più in carcere". Il PM Marcello Musso ha ricevuto una lettera di minacce. Musso: "E' una minaccia mafiosa esplicita. Nessuno mi intimidirà".

  • 00:30

    Picozzi: "La coppia è saltata e ora Martina accusa il suo grande amore per salvarsi". Va in onda un servizio dedicato alle lettere di Alex per Martina. Meluzzi: "Ci sono tentativi di manipolazione e seduzione. Sarebbe meglio dare in adozione il figlio di Martina e Alex".

  • 00:25

    Il servizio continua: anche Alex ha accusato Martina di essere la regista delle aggressioni. Secondo i suoi legali, Martina si è liberata della sottomissione di Alex. Si torna in studio. Scampini: "Spero che Martina Levato inizi a dire la verità". In collegamento c'è Simone Toscano: "Alex si proclama innocente. Martina si è addossata la responsabilità ma ora ha provato a tirare dentro Alex".

  • 00:20

    Si parla del caso della coppia dell'acido, Alex Boettcher e Martina Levato. Nel primo servizio, scopriamo che Martina e Alex ormai comunicano solo tramite i loro avvocati. Martina ha accusato Alex di essere il regista di tutte le aggressioni.

  • 00:10

    Marina Conte: "I Ciontoli non hanno mai speso una parola a favore di un ragazzo morto a 20 anni". Abbate: "Non capisco la strategia del PM". Valerio Vannini: "Abbiamo chiesto il sequestro preventivo di tutti i beni dei Ciontoli e il giudice ce l'ha concesso". Abbate: "I Ciontoli stanno giocando col fuoco".

  • 00:05

    Picozzi: "Il fatto di aver spostato Marco da una stanza all'altra ha accelerato la sua morte". Marina Conte sulla Pezzillo: "Non ho parole per descrivere questa donna. Entrambi sapevano dello sparo". Anna Boiardi: "Non so perché il PM non li incalzi".

  • 00:00

    Marina Conte: "Federico mente spudoratamente". Ascoltiamo l'interrogatorio a Maria Pezzillo: "Ho sentito un tonfo, mio marito mi ha detto che era partito un colpo d'aria. Aveva una strusciatura e il sangue non usciva. Marco rispondeva a mia figlia. Durante la chiamata al 118, Marco si è alzato dal letto. Io pensavo che Marco si stesse risvegliando da un attacco di panico".

  • 23:55

    In questo servizio, ascoltiamo l'interrogatorio di Federico Ciontoli: "Ho sentito un tonfo sordo, mio padre che diceva 'Dai Marco smettila'. Mi sono diretto in bagno, mio padre mi ha parlato di un colpo d'aria. Poi ho allontanato l'arma". Federico Ciontoli si è commosso durante l'interrogatorio: "Non avrei mai messo a rischio la vita di Marco".

  • 23:50

    Si parla dell'omicidio di Marco Vannini. In collegamento ci sono i suoi genitori. Marina Conte: "Marco oggi avrebbe compiuto 21 anni. Il regalo più bello è che qualcuno di loro dica finalmente la verità". Segue una ricostruzione dell'omicidio. Garofano: "Quell'appartamento andava sequestrato".

  • 23:40

    Cesarina Barghini, legale Bonino: "La mia assistita è provata da questa situazione paradossale. Non ci sono indizi". Le segnalazioni per Daniele Potenzoni continuano ad arrivare.

  • 23:35

    Rosa Teruzzi: "Questa infermiera manca dei moventi classici degli 'angeli della morte'". Va in onda un servizio dedicato ai criteri di sicurezza nell'ospedale Niguarda di Milano.

  • 23:30

    In questo filmato, viene dimostrato che all'ospedale di Piombino non vengono effettuati controlli e può entrare chiunque. Sturlese Tosi: "Angelo Ceccanti e Bruno Carletti potrebbero essere stati uccisi quando Fausta Bonino era già sospettata".

  • 23:25

    Picozzi: "La protamina è l'antidoto all'eparina e nel giro di 5 minuti può contrastarne gli effetti". In collegamento c'è Giorgio Sturlese Tosi: "Oggi c'è stato un interrogatorio fiume in carcere per la Bonino durato 5 ore: Fausta Bonino non ha riconosciuto la propria voce in alcune intercettazioni. C'è stato un errore nella trascrizione". Abbate: "Questa donna va scarcerata subito".

  • 23:20

    Il servizio continua: gli inquirenti, dopo una serie di morti sospette, hanno arrestato Fausta Bonino che, in prima persona, attraverso alcune intercettazioni, ha messo in dubbio la propria innocenza, dando la colpa all'epilessia.

  • 23:15

    Si parla del caso di Fausta Bonino, l'infermiera accusata di aver ucciso 13 pazienti. Nel primo servizio, si parla dell'iniezione letale di eparina a Bruno Carletti.

  • 23:10

    Ilaria Mura: "Gabriele Defilippi e Roberto Obert verranno messi a confronto".

  • 23:05

    Va in onda un servizio dedicato ai mille volti di Gabriele Defilippi: il video "Bored" con Gabriele, con una parrucca bionda, mentre ascolta Alejandro di Lady Gaga. Picozzi: "C'è un disturbo borderline di personalità".

  • 23:00

    Scampini: "Queste donne sembrano succubi di una personalità forte". Abbate: "Sono perplesso dall'atteggiamento della procura di Ivrea: perché ha secretato l'interrogatorio? Troppo buonismo nei confronti di Defilippi".

  • 22:55

    Si parla dell'omicidio di Gloria Rosboch. In questo primo servizio, si parla della madre Caterina Abbattista e di Efisia Rossignol. La Abbattista era in servizio nell'ospedale di Ivrea durante le ore del delitto. La Rossignol, invece, ha telefonato 11 volte a Gabriele Defilippi il giorno del delitto ed è indagata per omicidio. Sofia Sabouh, invece, non teme di essere indagata.

  • 22:45

    Rigoni Stern: "Il fatto che Ruotolo non era presente sulla scena del crimine emerge dalle moltissime deposizioni". Nel frattempo, sono arrivate altre segnalazioni per il caso Potenzoni.

  • 22:40

    Serena Gasperini, legale famiglia Trifone: "La posizione di Maria Rosaria può mutare. Il favoreggiamento c'è stato". Rigoni Stern: "Il movente è labile e non trova riscontro".

  • 22:35

    Daniele Fabrizi, legale famiglia Trifone: "Trifone stava scherzando quando ha mandato quei messaggi. Prendeva in giro Ruotolo che successivamente si è vendicato". Va in onda un servizio dedicato al rapporto tra Trifone e Giosuè.

  • 22:30

    Va in onda un servizio dedicato ai messaggi di Trifone a Teresa riguardanti una presunta lite che l'ha visto protagonista qualche giorno prima della sua morte. Rigoni Stern: "Giosuè Ruotolo è indagato per esclusione. Bisognerebbe indagare in tutte le direzioni".

  • 22:25

    Si parla dell'omicidio di Trifone e Teresa. In collegamento c'è l'avvocato Roberto Rigoni Stern, legale di Giosuè Ruotolo: "Giosuè è sereno. Ha valide argomentazioni per dimostrare la sua innocenza". Pierangelo Maurizio: "E' stato annullato l'arresto di Maria Rosaria Patrone".

  • 22:15

    Francesca Carollo parla dell'ex fidanzata di Freddy mentre Remo Croci parla delle armi tenute in casa da Freddy e Debora Sorgato. Carollo: "Paolo, il fratello di Isabella, ha ribadito la volontà di trovare il corpo".

  • 22:10

    Alessandro Meluzzi: "La principale passione in questa storia è per il denaro. La sua origine è ambigua". Si parla della morte di Gianluca Ciurlanti, ex marito di Debora Sorgato, avvenuta a causa di un incidente motociclistico.

  • 22:05

    Il prossimo servizio è dedicato al movente del delitto di Isabella Novente. Si parla di un rapporto molto stretto tra i fratelli Sorgato, un rapporto fatto di ossessione, affetto e denaro.

  • 21:55

    In collegamento c'è Remo Croci: "Manuela Cacco è ritenuta credibile". Prima segnalazione telefonica, nel frattempo, per i familiari di Daniele Potenzoni.

  • 21:50

    Il servizio continua: dopo la tranquillità iniziale, Freddy e Manuela cominciarono a perdere la pazienza con i giornalisti. Il depistaggio non stava funzionando e i due cominciarono a litigare. Poco dopo, avvenne l'arresto dei due.

  • 21:45

    Ascoltiamo un'intercettazione tra Freddy Sorgato e Manuela Cacco: la donna lo definisce l'"onnipotente". Si torna in studio. Sabrina Scampini: "La versione della Cacco è credibile. Questa frase, però, se non è ironica, fa pensare". In un altro servizio, vediamo i tentativi di depistaggio di Freddy e Manuela, dopo l'omicidio.

  • 21:40

    Luciano Garofano: "Dopo due colpi di mazzetta, è strano non aver trovato sangue nella cucina. La candeggina può rimuovere le tracce di sangue". In collegamento c'è Francesca Carollo: "Debora potrebbe scegliere di parlare e contrastare la versione della Cacco".

  • 21:35

    Il servizio continua: durante la notte dell'omicidio, Manuela Cacco ha trascorso molto tempo con Freddy Sorgato. Nella ricostruzione della Cacco, ci sono molte falle. Si torna in studio. Massimo Picozzi: "Crederei a parecchie delle cose che ha raccontato". Carmelo Abbate: "E' evidente che Manuela Cacco è complice. La prossima mossa dei fratelli Sorgato sarà che uno dei due si prenderà la responsabilità, alleggerendo la posizione dell'altro".

  • 21:30

    Si parla dell'omicidio di Isabella Noventa. Il primo servizio è dedicato all'interrogatorio di Manuela Cacco che ha dichiarato che Isabella è stata uccisa da Debora Sorgato.

  • 21:25

    Inizio trasmissione. La puntata di stasera si intitola Peccato e Vergogna. Gianluigi Nuzzi apre la puntata con i familiari di Daniele Potenzoni, ragazzo autistico scomparso nella metropolitana di Roma da 10 mesi.

quarto-grado-29-1-16-21.jpg

Quarto Grado è un programma d'approfondimento giornalistico riguardante casi di cronaca nera condotto da Gianluigi Nuzzi e Alessandra Viero, in onda ogni venerdì su Rete 4 in prima serata, a partire dalle ore 21:15.

Il programma targato Videonews approfondirà casi di cronaca nera attuali o degli ultimi anni con interviste, servizi e dibattiti in studio con ospiti ed esperti come Massimo Picozzi, Alessandro Meluzzi, Luciano Garofano e Sabrina Scampini.

Quarto Grado | Anticipazioni puntata 8 aprile 2016

Durante la puntata di questa sera, si parlerà del giallo di Isabella Noventa e dei rapporti che legano Debora e Freddy Sorgato e Manuela Cacco. Le loro versioni non combaciano: Manuela Cacco, dopo aver incolpato Debora di aver compiuto materialmente l’omicidio, si è difesa dalle accuse sostenendo di essere stata infangata. Nel frattempo, le ricerche del corpo di Isabella Noventa proseguono senza esito.

Si parlerà anche dell'infermiera di Piombino, Fausta Bonino, accusata di aver iniettato, tra il 2014 e il 2015, dosi letali di eparina nelle flebo di 13 pazienti, successivamente deceduti. La donna è in carcere con l'accusa di omicidio volontario aggravato ma lei si proclama innocente.

Si parlerà anche del delitto di Gloria Rosboch e dell'interrogatorio a Caterina Abbattista. La donna, accusata di concorso nell'omicidio assieme al figlio Gabriele Defilippi e al suo amico Roberto Obert, ha ribadito la propria estraneità ai fatti.

Quarto Grado | Come vederlo

La puntata di stasera di Quarto Grado andrà in onda su Rete 4 a partire dalle ore 21:15.

La puntata intera sarà visibile anche in streaming sul sito ufficiale di Mediaset, dove sarà possibile rivederla anche una volta terminata la messa in onda.

Quarto Grado | Second Screen

Il programma condotto da Gianluigi Nuzzi e Alessandra Viero ha un sito web ufficiale.

Il programma è presente anche su Facebook con la pagina ufficiale di Quarto Grado.

Anche su Twitter, c'è l'account ufficiale del programma e sarà possibile commentare la puntata in onda stasera con l'hashtag #quartogrado.

Chi vuole seguire il programma in liveblogging, invece, l'appuntamento consueto è su Crimeblog, magazine di Blogo, a partire dalle ore 21:15.

  • shares
  • Mail