Assalti a portavalori, droga, riciclaggio: 23 arresti in Sardegna, coinvolto vicesindaco

assaltoportavalori01jpg

Aggiornamento 9:50 - Tra gli arrestati c'è anche Giovanni Olianas, vicesindaco di Villagrande Strisaili, in Ogliastra, che secondo quanto dice all'Adnkronos il questore di Nuoro Paolo Fassari sarebbe "uno dei capi dell'organizzazione".

Sono 23 gli arresti eseguiti in Sardegna in un'operazione contro un gruppo organizzato in modo paramilitare e specializzato in rapine ai furgoni portavalori. Da dieci anni la banda assaltava portavalori e caveau di istituti di vigilanza sia nell'isola che nel resto d'Italia.

Tra i colpi realizzati dal gruppo anche l'assalto a un caveau di Nuoro, nel 2013, che ha fruttato alla banda un bottino di oltre 6 milioni di euro. Non solo rapine però: gli appartenenti all'organizzazione erano attivi anche nel traffico di droga e nel riciclaggio di denaro oltre a favorire la latitanza dei ricercati.

Il gruppo aveva le sua basi nella provincia di Nuoro, qui venivano preparati gli assalti ai furgoni portavalori con riunioni che si tenevano dentro gli ovili sparsi nelle campagne. Il blitz di oggi, secondo gli inquirenti della Direzione distrettuale antimafia di Cagliari, ha preso di mira il gotha del crimine sardo, gli arresti riguardano infatti la famiglia degli Olianas che da anni gestirebbe gli affari illeciti sull'isola.

Gli investigatori hanno ricostruito la progettazione delle rapine, i sopralluoghi, il furto dei mezzi usati per gli assalti, il reperimento delle armi. Le ordinanze di custodia cautelare in carcere sono state notificate da circa 300 poliziotti e militari della guardia di finanza.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail