Palermo, squillo a 16 anni: un arresto per prostituzione minorile

sfruttamento prostituzione arrestati Veneto

Un uomo di 32 anni, Dario Nicolicchia, è stato arrestato questa mattina dalla polizia di Palermo con l'accusa di sfruttamento della prostituzione minorile. Nicolicchia avrebbe convinto una studentessa di 16 anni ad avere rapporti sessuali a pagamento con noti professionisti e commercianti della città, ora denunciati.

Secondo quanto appurato dagli investigatori gli incontri avvenivano spesso negli studi professionali e nel retrobottega dei clienti, tra il 2013 e il 2014. Qualche mese fa la ragazza ha deciso di raccontare tutto alla madre che ha sporto denuncia. Ora il presunto organizzatore del giro di prostituzione rischia da 6 a 12 anni. L’ordinanza di custodia cautelare è stata emessa dal giudice delle indagini preliminari di Palermo Lorenzo Matassa.

I clienti della baby squillo sono indagati a piede libero, per favoreggiamento della prostituzione minorile, per loro le condanne possono andare 1 a 6 anni, a meno che non dimostrino che erano certi della maggiore età della ragazza, come insegna il caso Ruby, con l'allora presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, imputato e poi assolto.

La ragazza ha fatto i nomi dei clienti e ha detto di essersi fatta convincere a prostituirsi per avere tanti soldi da spendere in vestiti, cellulari, uscite etc. Più volte aveva tentato tirarsi fuori dal quel giro, ha aggiunto la giovanissima, ma Nicolicchia l'avrebbe ricattata e le avrebbe offerto più soldi e anche viaggi all'estero.

  • shares
  • Mail