Fermato un imam: progettava attacco a Roma

A police car leaves the national technical football training center of Coverciano in Florence, on May 28, 2012. National team defender Domenico Criscito's room was searched at Italy's Coverciano Euro 2012 training camp, as part of a probe into illegal betting and Lazio captain Stefano Mauri and several top players were arrested the same day. AFP PHOTO / STR        (Photo credit should read STR/AFP/GettyImages)

Un imam di 22 anni è stato arrestato in un centro di accoglienza di Campomarino, in provincia di Campobasso. Secondo quanto riferito dal procuratore capo di Campobasso, Armando D’Alterio, sarebbero stati raccolti numerosi riscontri tecnici secondo i quali il giovane somalo avrebbe ipotizzato l’organizzazione di un attentato a Roma.

Dai primi riscontri sembra che il giovane somalo avesse contatti con lo Stato Islamico e stesse pianificando un attentato terroristico nella capitale. L’uomo avrebbe voluto fuggire dal centro di accoglienza molisano per raggiungere la Siria e, dopo essersi addestrato, sarebbe tornato in Italia per lanciare un attacco. Durante la sua permanenza al centro Happy Family di Campomarino avrebbe tentato di fare proseliti e avrebbe chiesto ad alcuni altri profughi di unirsi a lui.

L’accusa con la quale il giovane somalo si trova attualmente in stato di fermo è “istigazione alla commissione di delitti con finalità di terrorismo”. Nelle sue conversazioni con gli altri ospiti del centro di Campomarino l’uomo avrebbe inneggiato al Daesh, ad Al Qaeda e ad Al Shabaab, invitando alla Jihad con un’azione “intensa e veemente di proselitismo” contro gli occidentali. Molti dei rifugiati si sarebbero allontanati allarmati dai sermoni dell’imam.

Contestualmente al fermo dell’imam, oltre alla perquisizione dell’indagato si è proceduto a quella di un altro ospite somalo e a quella dei locali del Centro di accoglienza con il sequestro di alcuni cellulari. Iniziata nel dicembre scorso l’indagine si è svolta con indagini tecniche, perquisizioni e attività di osservazione controllo sul territorio. L’imam si trova attualmente rinchiuso nella Casa Circondariale di Larino.

Via | Agi

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail