Massimo Bossetti: "Non ho mai conosciuto Yara Gambirasio"

processo-massimo-bossetti.jpg

Per la prima volta oggi, Massimo Bossetti, ha risposto, in aula a Bergamo, alle domande del pubblico ministero Letizia Ruggeri. Il muratore, come prevedibile, ha detto di non ricordare cosa abbia fatto il 26 novembre 2010, giorno in cui cui Yara sparì dalla palestra di Brembate di Sopra. Ed ha aggiunto: "Non ho mai visto né conosciuto Yara Gambirasio".

Come riporta l'Ansa, l'imputato ha affermato non solo di non sapere chi fosse Yara prima del suo arresto, ma anche di non aver avuto mai niente a che fare con nessun membro della sua famiglia. Ha detto di conoscere solo di vista il padre della ragazza.

"Dottoressa io non sto mentendo, cosa che hanno fatto quelli che hanno preso questo posto prima di me. Salvo i miei consulenti qui hanno mentito tutti", ha dichiarato Bossetti al pm. Quando poi è stato invitato a chiarire i suoi spostamenti, il muratore ha precisato "le mie giornate sono sempre state uguali, ripetitive, quindi tutte uguali".

L'aula oggi era gremita. C'erano anche molti "sostenitori" del muratore, che secondo quanto riporta La Stampa, hanno conteso spazi e seggiole ai giornalisti.Tuttavia la giornata è iniziata con il contro-esame della difesa. Si torna ad analizzare il materiale perdo-pornografico presente nel network utilizzato dall'imputato.

Ricordiamo che il 25 febbraio scorso, la moglie di Bossetti, Marita Comi, si è presa la responsabilità delle ricerche online a sfondo sessuale. Ma ha anche puntualizzato: "mai fatto ricerche su tredicenni".

  • shares
  • Mail