Milano: rapine in banca, arrestata banda. Donna capo

Sono 4 gli arresti eseguiti dai carabinieri di Milano che ritengono di aver così smantellato una banda di rapinatori che tra maggio e giugno 2015 avrebbe messo segno dei colpi in banca per un bottino complessivo di circa 200mila euro.

Gli arresti sono stati eseguiti a Napoli e Torre del Greco in esecuzione di ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dal Gip di Milano. I rapinatori in trasferta non nascondevano il loro accento campano quando entravano in azione e questo è stato uno degli elementi che li ha fatti identificare, spiegano i militari dell'Arma.

Il "palo" della banda rimaneva all'esterno, gli altri tre rapinatori entravano nell'istituto di credito preso di mira pochi minuti prima della chiusura fingendo di avere delle pistole, poi chiudevano i dipendenti della banca in bagno e ripulivano le casse e i bancomat per poi fuggire.

Tra gli arrestati anche una donna di 34 anni che di fatto era il capo del gruppo imponendosi sugli altri rapinatori, tra i 36 e 51 anni, per la sua forte personalità. Uno dei quattro ha detto ai carabinieri di aver cominciato a fare rapine quando lo stipendio di casellante autostradale non gli è bastato più.

I rapinatori, che da Napoli raggiungevano Milano in auto, agivano sempre a volto scoperto, credevano infatti di non essere riconosciuti per la loro estraneità alla criminalità locale, ma ovviamente le telecamere di video sorveglianza delle banche li hanno immortalati. Le impronte raccolte dalla sezione investigazioni scientifiche negli istituti di credito rapinati e le testimonianze dei presenti hanno fatto il resto permettendo di risalire ai malviventi.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail