Siracusa: sequestro da 7 milioni a imprenditore vicino a cosca Nardo

sequestro beni

12:30 - L'imprenditore oggetto del provvedimento di sequestro è Fabio Manservigi, 44enne contiguo secondo la Dia di Catania al clan mafioso siracusano dei Nardo. Di lui parla il collaboratore di giustizia Fabrizio Blandino sentito a proposito delle inchieste antimafia Morsa 2 e Nostradamus (che hanno portato poi allo scioglimento del Comune di Augusta) come riporta Live Sicilia. Manservigi sarebbe stato legato a Blandino, ex consigliere comunale di Augusta ed ex affiliato alla cosca mafiosa dei Nardo. Ad accusare l'imprenditore anche altri tre collaboratori di giustizia, Sebastiano Sampugnaro, Vincenzo Piazza e Sebastiano Gigliuto, che collegano la sua fortuna negli affari alla vicinanza alla cosca Nardo.

Beni per sette milioni di euro sono stati sequestrati questa mattina dagli uomini della Direzione Investigativa Antimafia di Catania a un imprenditore ritenuto vicino alla cosca Nardo, ritenuta egemone nella provincia di Siracusa. La sezione Misure di prevenzione del locale tribunale ha emesso il provvedimento patrimoniale su proposta avanzata dalla Dia del capoluogo etneo.

Nel dettaglio sono state sottoposte a sequestro cinque società attive nel settore della progettazione, costruzione e montaggio di carpenteria metallica e della produzione di energia elettrica da fonte solare e una società attiva nel settore delle corse dei cavalli. Sigilli anche a una villa e ad alcuni terreni nella disponibilità dell'imprenditore.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail