Cagliari, uccide cognato poliziotto a fucilate e poi si spara: gravissimo

omicidio ispettore polizia cagliari

Ha ucciso il cognato, ispettore della polizia di Cagliari, che cercava di dissuaderlo dalla sua intenzione di suicidarsi. Tragedia a Soleminis dove Maurilio Vargiu, 51 anni, è stato freddato a fucilate da Gianpriamo Piras, 58enne ora ricoverato all'ospedale Brotzu del capoluogo sardo in gravi condizioni e in stato di fermo.

Il delitto, secondo quanto riporta L'Unione Sarda, è avvenuto alla prime luci del giorno di oggi nell'abitazione di Piras che secondo le prime informazioni soffriva di depressione. Vargiu era stato chiamato per calmare il cognato che, depresso per la recente perdita della madre, minacciava di tagliersi la vita con un fucile. Appena è entrato in quella casa però il poliziotto non ha avuto molto tempo di parlare ed stato raggiunto da alcune fucilate che non gli hanno lasciato scampo.

Poi Piras ha rivolto l'arma verso se stesso e si è ferito al costato. L'ispettore di polizia lavorava alla zona telecomunicazioni della polizia di Stato di Cagliari dopo un passato nell Squadra mobile. Sul caso indagano i carabinieri di Quartu.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail