18enne ucciso a Napoli: si vantava di essere l'amante della moglie del boss. Altri due arresti

trovato morto scomparso a San Giovanni a Teduccio

Ci sono altri due arresti per l'omicidio di Vincenzo Amendola, il 18enne freddato a colpi di pistola in faccia e poi sepolto in un terreno del quartiere napoletano di San Giovanni a Teduccio. Il giovane sarebbe stato ucciso perché si sarebbe vantato di essere stato l'amante della moglie di un boss del clan Formicola.

Una vendetta per motivi passionali dunque, uno sgarro all'onore del boss, da cancellare con la morte secondo la ricostruzione degli inquirenti. Per i pm della Direzione distrettuale antimafia di Napoli Amendola era un "frequentatore assiduo della famiglia camorristica dei Formicola". Dopo un mese si indagini la polizia ha arrestato ieri a Viterbo Gaetano Formicola e Giovanni Tabasco, entrambi di appena 20 anni. Il cadavere di Amendola era stato ritrovato il 19 febbraio scorso, sotterrato in un terreno del quartiere alla periferia Napoli.

Per il delitto era stato già fermato il 23enne Gaetano Nunziato che dopo l'arresto ha iniziato a collaborare con i magistrati raccontando della decisione di uccidere il ragazzo, dopo che questi si sarebbe vantato di avere avuto una relazione sentimentale con la moglie del boss, e delle drammatiche fasi dell'omicidio.

Ucciso e sepolto in un terreno a Napoli: arrestato amico di 23 anni

20 febbraio 2016

Per l'uccisione del 18enne Vincenzo Amendola è stato arrestato un amico, Gaetano Nunziato, 23 anni, con precedenti per reati contro il patrimonio e droga. Per lui le accuse sono di omicidio aggravato dal metodo mafioso, detenzione illegale di arma da fuoco e occultamento di cadavere. Gli investigatori stanno cercando di fare chiarezza sul movente dell'omicidio.

18enne scomparso a Napoli trovato morto, seppellito in un terreno

19 febbraio 2016

È stato trovato morto Vincenzo Amendola, il 18enne che era scomparso nella notte dello scorso 4 febbraio a Napoli. Dopo giorni di ricerche il cadavere del ragazzo è stato ritrovato oggi dalla polizia sepolto in un terreno nel quartiere San Giovanni a Teduccio, nella zona soprannominata Bronx.

A fare il ritrovamento gli agenti del Commissariato San Giovanni-Barra e della Squadra Mobile partenopea. Dopo complesse indagini i poliziotti sono intervenuti in un campo agricolo in Viale 2 giugno, dove il giovane è stato seppellito dopo essere stato ucciso.

Amendola, 18 anni, viveva nel quartiere. A dare l’allarme sulla sua scomparsa erano stati i genitori del giovane. Vincenzo era uscito di casa verso la mezzanotte di quel giovedì sera, cosa non inusuale per lui, questa volta però il ragazzo non ha fatto più ritorno.

Il giovane secondo Il Mattino sarebbe stato freddato con due colpi di pistola alla testa e poi sepolto in quel terreno all'interno di in un'area adibita a fattoria. Nessun dettaglio trapela ancora sul possibile movente dell'omicidio mentre si attendono i risultati degli esami autoptici.

(in aggiornamento)

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail