Vibo: gettarono anziano a mare dopo rapina per simulare annegamento, due arresti

omicidio pizzo Vibo

Aggredirono un uomo di 79 anni a scopo di rapina ad agosto 2015 e poi lo gettarono in mare a Marina di Pizzo (Vibo Valentia) con l'intenzione di far passare l'omicidio per un annegamento. Ora A distanza di sette mesi dai fatti due persone sono stati arrestate dai carabinieri.

Le indagini e gli arresti sono stati eseguiti ieri sera dai militari del comando provinciale di Vibo Valentia della Sezione di polizia giudiziaria e delle compagnie di Vibo e Tropea in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere disposta dal giudice per le indagini preliminari dietro richiesta del pubblico ministero.

In manette sono finiti un uomo e una donna, di 36 e 55 anni, entrambi di nazionalità romena. Per l'accusa i due hanno picchiato l'uomo fino a tramortito, quindi lo hanno derubato e ne hanno gettato a mare il corpo, trovato senza vita dopo alcuni giorni. Secondo gli investigatori gli arrestati, per rapina e omicidio, sono due rapinatori seriali che agivano sempre nello stesso modo.

Come? Adescavano persone anziane, dopo essersi accertati delle loro disponibilità finanziarie, attirandole con un tranello: le vittime venivano invitate in luoghi isolati con la promessa di un rapporto sessuale, invece i malcapitati una volta giunti nel posto concordato subivano pestaggi e rapine.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail