Torino, spaccio a scuola: sigarette elettroniche con hashish

hashish in e-cig.jpg

Sigarette elettroniche modificate per fumare hashish e marijuana venivano usate da alcuni studenti in una scuola di Torino. Dopo le indagini i carabinieri hanno notificato questa mattina sette misure restrittive, tra cui un arresto, ad altrettanti studenti tutti minorenni, mentre altre dieci persone sono state iscritte nel registro degli indagati.

Gli accertamenti investigativi hanno mostrato che dietro il consumo di droga nella e-cig a scuola c'era un vera e propria rete di spaccio che partendo dall'istituto scolastico si allargava a parte della provincia di Torino. Il blitz dei carabinieri con le unità cinofile ha permesso il sequestro di stupefacenti già suddivisi in dosi, semi, piante di cannabis e tutto il materiale necessario per confezionare la droga da vendere.

Le indagini erano partite dopo la segnalazione ai carabinieri del dirigente scolastico. Le sigarette elettroniche venivano modificate smontando vaporizzatori portatili e inserendo dentro hashish e marijuana. Per uno dei giovani coinvolti sono stati disposti gli arresti domiciliari, per i suoi compagni due obblighi di firma, due obblighi di dimora e due collocamenti in comunità.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail