Arrestato monsignore accusato di truffa da 30 milioni di euro

Monsignor Patrizio Benvenuti avrebbe truffato quasi 300 persone.

Arrestato monsignore argentino per truffa

22:48 - In una nota diffusa dal Comitato di Sostegno Internazionale don Patrizio Benvenuti pubblicata dall'Ansa e attribuita al prete di origini argentine arrestato dalle Fiamme Gialle con l'accusa di truffa

"Questa ordinanza del giudice Schonsberg, è una colluvie di menzogne che, guarda caso, ricadono puntualmente su di me e su Pandolfi; molte verità, ma talmente mischiate a bugie e falsità da perdere la globale visione della realtà dei fatti"

Benvenuti afferma di non aver mai indotto alcuno a versare ingenti capitali e di non aver mai promesso profitti. Lui stesso sarebbe stato raggirato e tradito dal finanziare frencese Ventisette, cui la sua collaboratrice avrebbe firmato due atti costitutivi, e smentendo di avere mai ricevuto denaro.

10 febbraio 2016, ore 12:30 - Le Fiamme Gialle di Bolzano hanno arrestato un monsignore di origini argentine, Patrizio Benvenuti, con l’accusa di truffa. Secondo la Guardia di Finanza, infatti, l’alto prelato 64enne avrebbe ingannato circa 300 persone le quali donavano denaro alla sua fondazione Kepha, ma il senato finiva in quello che gli inquirenti hanno definito un “articolato meccanismo di riciclaggio tra persone, società estere e italiane”.

In via preventiva la Guardia di Finanza ha ora sequestrato una lussuosa villa a Piombino, risalente al Quattrocento, e un grande sito archeologico a Seminante. Intanto, mentre il monsignore è finito in manette, è ancora ricercato con mandato di cattura internazionale un affarista francese di 54 anni, Christian Ventisette, che è uno stretto collaboratore di Benvenuti.

Intanto il sito web ufficiale della fondazione Kepha è stato posto sotto sequestro dall’ufficio del giudice per le indagini preliminari della sezione penale del tribunale di Bolzano.

Benvenuti ha creato la Fondazione Kepha onlus nel 1989 con la quale ha operato sia in Italia sia a livello internazionale nel campo sociale, educativo e della conservazione del patrimonio.

Le persone truffate, secondo le prime indiscrezioni, erano soprattutto anziani e in prevalenza residenti all’estero.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail