Livorno: lituano ucciso da una coltellata sotto casa

polizia.jpg

Un quarantenne di origini lituane, Vitali Kimpis, è morto questa notte a Livorno. L'uomo è deceduto in ospedale dopo aver subito un colpo all'addome con un'arma da taglio. Il tragico episodio è avvenuto sotto il portone dell'abitazione della vittima.

Secondo fonti delle polizia, Vitali Kimpis, è stato trovato che giaceva in una pozza di sangue sul portone di casa. A lanciare l'allarme è stata una vicina, che era uscita per portare fuori il cane. Le forze dell'ordine, al momento, non hanno trovato l'arma del delitto. Le indagini sul caso sono coordinate dal pubblico ministero Gianfranco Petralia.

Secondo quanto riporta Il Tirreno, la moglie della vittima è già stata interrogata. Ora si attendono i risultati dell'autopsia, così sarà stabilito con certezza se le cause del decesso sono connesse al colpo dato con un fendente, oppure se sono da attribuirsi ad un arresto cardiaco, verificatosi in seguito alla forte perdita di sangue.

Tutto lascia pensare ad un agguato. Per questo motivo, la Scientifica si è concentrata sulla zona dell’ingresso del palazzo. E' lì che gli inquirenti cercano tracce. E' probabile che l'aggressore (o gli aggressori) si sia nascosto, infatti, all’interno dell’androne dello stabile (che pare abbia una porta a vetri) o che abbia atteso la vittima per colpirla mentre stava aprendo la porta di casa.

  • shares
  • Mail