Banda dell’Audi gialla: torna l’incubo a Verona. Fuga da film su una Bmw

Tre banditi su una Bmw inseguiti dalla polizia sulla A4.

Banda Audi Gialla

Una vera e propria scena da film d’azione è quella avvenuta la scorsa notte sull’autostrada A4. Gli agenti della polizia stradale di Verona hanno avvistato una Bmw intorno alle 2:30 e hanno cominciato a seguirla, quando l’individuo al volante si è accorto della polizia ha accelerato e ha percorso un lungo tratto a oltre 200 km all’ora e a fari spenti. A un certo punto la Bmw si è fermata, sono scesi tre uomini che hanno abbandonato l’auto nella zona di Sommacampagna e sono fuggiti a piedi riuscendo a far perdere le loro tracce.

All’interno della Bmw la polizia ha trovato due sacchetti con dentro polvere pirica, alluminio e resistenze con dei fili elettrici, in pratica due esplosivi di quelli che vengono solitamente usati per far saltare i bancomat.

Oltre ai due sacchetti c’erano anche un caricatore di un kalashnikov, una scatola metallica con dentro due pistole cariche (un revolver e una semiautomatica), e poi ancora picconi, piedi di porco e un jammer, un dispositivo che viene usato per schermare i telefoni cellulari in modo da non essere rintracciati.

Il comandante della Stradale di Verona Girolamo Lacquaniti ha spiegato che le modalità di fuga dei tre uomini a bordo della Bmw e il modo in cui si sono riforniti ai distributori di benzina sembrano gli stessi della banda dell’Audi gialla che è svanita nel nulla dopo aver abbandonato e bruciato l’auto lo scorso 26 gennaio a Fonte, in provincia di Treviso.

La Bmw risulta rubata da novembre a Padova, mentre le targhe sono state rubate ieri sera a Brescia. Gli inquirenti stanno confrontando l’auto abbandonata ieri sera con l’ormai famosa Audi RS4 gialla e con la Bmw station wagon scura che è stata rubata a Milano il 13 gennaio scorso e che è stata intercettata dai carabinieri a Desio, vicino Monza, il 4 febbraio dopo che i suoi occupanti avevano fatto perdere le loro tracce in un modo molto simile alla fuga della scorsa notte.

  • shares
  • Mail