Catania, donna strangolata a Misterbianco: arrestato l'ex convivente

schermata-2016-02-02-alle-14-30-09.jpg

19.12 - Vincenzo Di Mauro, il 37enne arrestato oggi in relazione all’omicidio dell’ex compagna Luana Finocchiaro, madre di suo figlio di 4 anni. L’uomo, sorvegliato speciale e già in passato sottoposto agli arresti domiciliari, aveva già ucciso.

Nel luglio 2000 Di Mauro fu condannato a scontare 11 anni di carcere per l’omicidio di un suo vicino di casa, Francesco Tirendi, perchè convinto che stesse infastidendo la sua fidanzata, una ragazzina di 17 anni. Luana Finocchiaro, secondo quanto si apprende da fonti investigative, era a conoscenza del passato violento di Vincenzo Di Mauro e lo aveva anche denunciato e fatto arrestare, salvo poi ritirare la querela.

15.00 - Questa mattina i carabinieri di Misterbianco (Catania) hanno arrestato un uomo di 37 anni, Vincenzo Di Mauro, sospettato di aver ucciso, strangolandola, la sua ex convivente Luana Finocchiaro. La donna di 41 anni è stata ritrovata riversa a terra nella camera da letto del suo appartamento di Via Garibaldi. A ritrovare il corpo senza vita della donna è stato il fratello, il primo ad entrare nell'abitazione intorno alle ore 20 di ieri. Il fratello era stato allertato dalla madre che ha trovato la porta della casa socchiusa quando ha deciso di andare dalla figlia dopo non essere riuscita a mettersi in contatto con lei per tutto il giorno. Un vicino di casa ha confermato che la porta d'ingresso era accostata fin dalle prime ore del mattino.

La vittima era madre di 3 bambini, l'ultimo dei quali di 4 anni nato proprio da una relazione con il sospettato. Prima della separazione la donna aveva denunciato l'uomo per maltrattamenti - ritirando poi la denuncia - e pare che ultimamente ci fossero dei problemi legati alla gestione del figlio, che potrebbero essere alla base del gesto dell'uomo.

Vincenzo Di Mauro non è nuovo alle cronache giudiziarie. Il 17 luglio del 2000 assassinò Francesco Tirendi, un vicino di casa che corteggiava - almeno secondo quanto riportato dalle cronache - la sua fidanzata dell'epoca, venendo condannato ad 11 anni di reclusione. Il sospettato ha negato ogni addebito durante l'interrogatorio, ma i carabinieri non gli credono e per questo hanno disposto lo stato di fermo.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail