Dirigente Moncler ucciso nel padovano: il killer ha confessato

omicidio padova

18.30 - A poche ore dal ritrovamento del corpo senza vita di Ezio Sancovich, le autorità hanno arrestato una persona in relazione a quell’omicidio. Si tratta, ne dà conto l’ANSA, di un uomo di 68 anni, Renato Rossi, residente a Martellago in provincia di Venezia.

L’uomo, interrogato per ore dagli inquirenti, è crollato nel pomeriggio di oggi ed ha ammesso il delitto, spiegando di aver agito per alcuni debiti non pagati.

10.00 - Omicidio a Piombino Dese, nel padovano, dove ieri sera un uomo di 62 anni, dirigente di una nota azienda di abbigliamento, è stato trovato cadavere nella sua auto. La vittima è stata uccisa con con tre colpi di arma da fuoco esplosi da vicino che l'hanno raggiunta alla testa secondo le prime informazioni riportate dalla stampa locale.

L'auto in cui l'uomo, Ezio Sancovich, a capo dell'area modelli della Moncler scrive Il Mattino di Padova, è stato trovato morto è una Bmw station wagon grigia che era parcheggiata al bordo della strada, in corso Giovanni Stevanato, buia e poco trafficata.

L'uomo aveva appuntamento con chi lo ha poi ucciso? Si tratta di un regolamento di conti? Gli investigatori allo stato non escludono nessuna pista nemmeno quella di un litigio stradale finito in tragedia. Dai primi rilievi non sarebbero comunque stati trovati segni di frenate o di colluttazione.

Sul luogo dell'omicidio sono giunti i carabinieri che hanno subito disposto una serie di posti di blocco per isolare tutta la zona. Nessun dubbio sul fatto che si tratti di omicidio ma sul possibile movente si brancola ancora nel buio. Nella nottata gli inquirenti hanno sentito nella caserma di Piombino Dese la moglie della vittima.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail