Brindisi: sacerdote condannato per abusi su chierichetti

condanna-don-peschiulli.jpg

Don Giampiero Peschiulli, sacerdote brindisino a processo per abusi sessuali su minori, è stato condannato oggi con rito abbreviato a 3 anni e 8 mesi di reclusione. Il prete era agli arresti domiciliari dallo scorso mese di maggio in una comunità di recupero per religiosi.

A sostenere l'accusa contro il sacerdote è stato il pubblico ministero Giuseppe De Nozza che aveva chiesto 3 anni e 4 mesi di reclusione per l'accusa di atti sessuali su due chierichetti che frequentavano la parrocchia di Santa Lucia di Brindisi retta dall'imputato nel 2013, quando sarebbero avvenuti gli abusi sui due 13enni.

Peschiulli, di 73 anni, era stato smascherato dalla trasmissione televisiva Le Iene. Il sacerdote in quell'occasione si chiuse in chiesa e chiamò i carabinieri. Le successive indagini sul parroco si erano avvalse anche di intercettazioni telefoniche. Quindi l'arresto, per violenza sessuale aggravata con abuso di autorità, e il rinvio a giudizio.

Il religioso è stato difeso all'avvocato Roberto Cavalera. Il legale aveva chiesto l'assoluzione di don Peschiulli o in subordine il riconoscimento dell'ipotesi di minore gravità, che il gup ddi Brindisi Giuseppe Licci non ha accolto.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail