Livorno, mail truffa: prova a rubare 30mila euro ma viene arrestato

La polizia olandese ha arrestato un 41enne nigeriano che ha cercato di rubare 30mila euro all'Autorità Portuale di Livorno con una truffa informatica

schermata-2016-01-27-alle-19-52-33.jpg

Un nigeriano di 41 anni è stato arrestato oggi in Olanda dalla polizia locale per aver tentato di sottrarre 30mila euro all'Autorità Portuale di Livorno per mezzo di una truffa informatica. L'uomo, residente in Germania in una località al confine con l'Olanda, era riuscito ad inserirsi nella casella mail del Presidente dell'Autorità Portuale inviando poi una e-mail allo stesso ente, con la quale chiedeva di effettuare un bonifico di 29.850 euro ad un conto corrente olandese a lui intestato.

I dipendenti dell'Autorità Portuale sono inizialmente cascati nel tranello ed hanno effettuato il bonifico, salvo poi rendersi conto dell'errore dopo aver parlato con il Presidente Giuliano Gallanti. Accertata la truffa l'ente si è rivolto alla Polizia Postale che ha confermato la violazione della casella di posta risalendo all'identità dell'uomo che aveva adottato la cosiddetta tecnica del "man in the middle". La polizia olandese è dunque riuscita ad arrestare il nigeriano proprio davanti alla banca, dove si era recato per prelevare il denaro.

Al di là della leggerezza iniziale, questa vicenda ha permesso di fermare l'attività di questo truffatore informatico che su quello stesso conto aveva ricevuto altri bonifici potenzialmente frutto di altrettante truffe non ancora scoperte.

  • shares
  • Mail