San Germano: parco giochi e mensa vietati ai figli degli evasori fiscali

Parco giochi vietato ai figli degli evasori fiscali. Fa discutere parecchio quanto deciso dall'amministrazione comunale di San Germano, piccolo centro del Vercellese, appena 1.700 abitanti, ma con un bilancio in rosso per 100.000 euro.

La vicenda è riportata in questi termini da La Stampa: il sindaco Michela Rosetta ha ordinato la sospensione dei servizi comunali tra cui la mensa scolastica e l'ingresso al parco giochi per i figli di 180 famiglie che non sono a posto con il pagamento delle tasse.

Se la punizione, che ricade sui figli dei "morosi", porterà effetti sui versamenti delle tasse da parte di chi non è regola non è dato ancora sapere, la polemica intanto incalza anche perché la maggior parte degli "evasori" sono cittadini extracomunitari di origine marocchina.

"Non è questione di discriminazione è una misura per promuovere comportamenti virtuosi"

sostengono il primo cittadino e il consigliere comunale Giorgio Carando.

"Non è giusto far ricadere le responsabilità dei grandi sulla vita dei bambini che ora sanno di non essere ben accetti al parco"

dice invece Aity Ahmed, presidente dell’associazione culturale musulmana Al Aman, che lunedì prossimo sarà in comune per un incontro con il sindaco.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail