Appalti Ministero Difesa: arrestati per corruzione 2 ufficiali dell'Esercito

arrestati militari per corruzione

Due militari dell'Esercito e un imprenditore sono stati arrestati oggi per un presunto caso di corruzione. Il blitz è stato messo a segno da polizia e Guardia di Finanza di Caserta al termine di articolate indagini.

L'ordinanza di custodia cautelare in carcere è stata emessa dal gip del tribunale di Santa Maria Capua Vetere (CE) su richiesta della locale procura della Repubblica. I militari finiti nei guai sono due tenenti colonnello dell'Esercito indagati per corruzione relativa ad appalti per le opere pubbliche.

Antonio Crisileo e Gaetano Mautone, ufficiali superiori dell'Esercito italiano rispettivamente con mansioni, rispettivamente, di capo ufficio amministrazione e capo ufficio contratti, sarebbero al centro di diversi episodi di corruzione secondo chi indaga. I due militari rrestati sono in servizio presso il ministero della Difesa, X Reparto Infrastrutture di Napoli. L'imprenditore coinvolto è Francesco Caprio.

Secondo gli inquirenti di Santa Maria Capua Vetere quello scoperto era un rodato rapporto tra l'imprenditore casertano arrestato e i due ufficiali dell'Esercito che si occupavano di gare d'appalto per l'affidamento di lavori commissionati dal Ministero della Difesa. Gli alti ufficiali in pratica, sempre secondo i pm, avrebbero incassato tangenti per assegnare appalti pubblici. Le indagini, oltre ad esaminare documenti amministrativi e contabile, si sono avvalse di intercettazioni telefoniche, ambientali e telematiche.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail