Sollecito chiede i danni allo Stato

468118596.jpg

Con un'istanza depositata oggi alla Corte d'appello di Firenze dagli avvocati Giulia Bongiorno e Luca Maori, Raffaele Sollecito ha presentato la sua richiesta di risarcimento danni allo Stato per ingiusta detenzione: mezzo milione di euro.

Nello specifico i legali hanno chiesto un risarcimento di 516 mila euro per la detenzione alla quale Sollecito è stato sottoposto dal 6 novembre del 2007 al 4 ottobre del 2011. I legali di Sollecito hanno chiesto il massimo possibile del risarcimento in base ai parametri che regolano la materia e hanno deciso di rivolgersi all'ultimo giudice di merito che si è occupato del processo.

Condannato, assolto e di nuovo condannato prima di essere dichiarato definitivamente innocente per l’omicidio di Meredith Kercher, ora l'ingegnere pugliese, che si è sempre proclamato estraneo a quel delitto, presenta il conto allo Stato per la sua ingiusta detenzione.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail