Vigile del fuoco ucciso per gelosia nel ragusano: un fermo

Agguato vigile del fuoco Vittoria ragusa

Aggiornamento 26 gennaio 2016 - C'è un fermo per l'omicidio del vigile del fuoco Giorgio Saillant, ucciso domenica sera mentre faceva ritorno a casa a Vittoria. In manette è finito ieri il 56enne Filippo Assenza, commerciante di ortofrutta. Secondo gli inquirenti il movente del delitto sarebbe la gelosia: il presunto omicida sospettava che la moglie avesse una relazione con Saillant. Assenza è stato identificato dalle immagini della sua auto riprese dalla telecamere e dall'analisi dei tabulati telefonici. L'uomo, scrive l'Ansa, avrebbe già fatto alcune ammissioni davanrui al procuratore Carmelo Petralia e dal sostituto Monaca Monego.

Agguato a Vittoria: ucciso vigile del fuoco

25 gennaio 2016

Agguato a Vittoria, nel ragusano, dove ieri sera un vigile del fuoco, Giorgio Saillant, di 57 anni, è stato ucciso sotto casa dopo aver parcheggiato la sua macchina. L'uomo è stato freddato a colpi di arma da fuoco, pare con un solo colpo di pistola che lo avrebbe raggiunto al volto.

L'omicidio è avvenuto intorno alle 21 nel quartiere Forcone di Vittoria. La moglie della vittima ha sentito gli spari dalla finestra si è affacciata ed ha visto suo marito, quindi si è precipitata in strada. La donna ha poi dato l'allarme chiamando le forze dell'ordine.

Saillant era capo reparto presso il comando provinciale dei vigili del fuoco di Ragusa dove svolgeva il ruolo di capo turno. Ieri sera aveva finito di lavorare verso le 20 e dopo essersi congedato dai colleghi si era diretto a casa. Chi poteva volere la sua morte? Chi si è appostato nel buio aspettando che l'uomo tornasse a casa?

Le indagini sull'agguato sono in mano agli agenti del commissariato di Vittoria e della squadra mobile della questura di Ragusa sotto il coordinamento della procura della Repubblica ragusana. Gli investigatori stanno passando al setaccio la vita privata di Saillant, che era incensurato, sentendo parenti e amici, alla ricerca un possibile movente.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail