Sibari: braccianti agricoli sfruttati per 1 euro all'ora - VIDEO


Braccianti agricoli sfruttati nei campi per un euro all'ora. Lo ha scoperto la Guardia di finanza di Sibari (Cosenza) nel corso di controlli contro il fenomeno del caporalato. Sei le denunce scattate per sfruttamento del lavoro e intermediazione illecita, reati compiuti mediante minaccia, violenza e intimidazione. I braccianti agricoli venivano sfruttati nella raccolta degli agrumi.

Dalle indagini è emerso che molti lavoratori, sia italiani sia stranieri, venivano impiegati nella raccolta degli agrumi per oltre 10 ore al giorno in modo continuativo ricevendo un corrispettivo pari a 1 euro all'ora, senza potersi mai fermare per una pausa e senza ricevere alimenti.

L’operazione delle fiamme gialle di Sibari è stata eseguita durante le ultime settimane in diverse località della zona con sopralluoghi, appostamenti, pedinamenti e riscontri cinefotografici.

L’organizzazione di sfruttatori "forniva" ai braccianti un posto letto in fatiscenti container in pessime condizioni igienico-sanitarie, per la cifra di 100 euro al mese, secondo quanto riporta Stretto Web.

caporalato siracusa

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail