Rieti: uccide vicino di casa a sprangate e dopo va in pizzeria

omicidio rieti

Un uomo di 47 anni è stato arrestato a Forano, in provincia di Rieti, con l'accusa di aver ucciso a sprangate un vicino di casa al culmine di una violenta lite, in località Colle Guardia. Dopo il delitto il presunto omicida si è disfatto del bastone, probabilmente gettandolo nel Tevere, e come se nulla fosse (forse per costruirsi un alibi) sarebbe andato a mangiare una pizza. Così secondo la ricostruzione dei carabinieri, riportata dal Messaggero, che poco dopo hanno arrestato Luciano Di Paolo, 47 anni, di professione geometra.

La vittima, Alberto Lucarelli, di 73 anni, sarebbe stata colpita con violenza alla testa. L'omicidio è avvenuto nella serata di ieri dopo una discussione scoppiata secondo le prime informazioni per futili problemi di vicinato, pare per questioni di confini. La persona uccisa abitava a Roma e andava nella sua casa di Forano solo nei fine settimana.

A dare l'allarme avvisando il 118 è stato un amico di Lucarelli. L'uomo è stato soccorso e portato, all'ospedale Gemelli di Roma dove è però arrivato in gravissime condizioni. Per lui non c'è stato nulla da fare ed è morto poco dopo il ricovero. Indagano i carabinieri di Rieti che stanno ricostruendo oltre all'esatto movente del delitto anche gli ultimi spostamenti fatti dal fermato dopo l'omicidio.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail