Milano: fidanzato spaccia bicarbonato per cocaina, 29enne stuprata per ritorsione

stupro per ritorsione droga milano

Un giovane di 24 è stato arrestato dai carabinieri di Milano con l'accusa di aver stuprato una ragazza di 29 anni, a settembre 2015, minacciandola con una pistola.

La violenza sessuale sarebbe stata compiuta come ritorsione: il ragazzo, originario di El Salvador e che farebbe parte della gang di latinos MS13 si riteneva truffato dal fidanzato della vittima, uno spacciatore che gli avrebbe venduto bicarbonato al posto di cocaina.

La ragazza dopo la violenza sessuale era andata dai carabinieri a raccontare l'accaduto aggiungendo di essere stata anche rapinata del cellulare e di altri effetti personali. Le indagini dei carabinieri di Milano hanno portato all'identificazione del presunto violentatore, senza fissa dimora, rintracciato in provincia, a Pero.

Secondo la ricostruzione degli investigatori il giovane dopo essersi reso conto che gli era stato venduto del bicarbonato al posto della droga ha dato un appuntamento al pusher che lo aveva raggirato: quando questi è arrivato a bordo della sua auto, dentro cui c'era anche la fidanzata, il 24enne l'ha fatta scendere dalla macchina e si è allontanato da solo con lei costringendola ad avere un rapporto sessuale dietro la minaccia di una pistola.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail