Casarano: confiscati beni per 3 milioni a boss SCU


Confisca beni Miggiano leccese

Beni immobili per complessivi 3 milioni di euro sono stati confiscati questa mattina dalla Direzione investigativa antimafia di Lecce al presunto boss Franco Miggiano, condannato per associazione a delinquere e traffico di droga.

L'uomo, di 69 anni, è ritenuto dagli inquirenti un elemento di spicco dell'organizzazione mafiosa pugliese nota come Sacra Corona Unita (SCU). Più in dettaglio a Miggiano sono stati confiscati 28 immobili, tutti siti nel comune di Casarano.

La confisca arriva, dopo il provvedimento di sequestro preventivo, su proposta del direttore della Dia al termine di un’indagine che ha consentito agli investigatori di accertare una sproporzione tra i redditi dichiarati dall’uomo e dalla sua famiglia e gli ingenti possedimenti a lui riconducibili.

Il patrimonio è costituito da un complesso immobiliare con 19 edifici, esteso su terreni per una superficie di 20.000 metri quadrati, tre abitazioni private e sei terreni agricoli.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail