Brindisi, accoltella l’ex fidanzata e il nuovo compagno: 34enne si uccide dandosi fuoco

suicidio-a-brindisi.jpg

É del 34enne Pierluigi Di Punzio il cadavere carbonizzato rinvenuto nelle campagne di Torre Santa Susanna, in provincia di Brindisi, nelle prime ore di questa mattina. L’uomo, imprenditore edile, secondo i primi rilievi di sarebbe tolto la vita poche ore dopo aver accoltellato l’ex fidanzata e il suo nuovo compagno.

L’aggressione è avvenuta intorno alle 23 di ieri, venerdì 1 gennaio 2016: Federica Guzzo, 25 anni, e Daniele Scredi, 28 anni, avrebbero incontrato Di Punzio nei pressi della zona industriale di Torre Santa Susanna. L’esatta dinamica è ancora al vaglio degli inquirenti, ma quello che è certo è che alle 23.20 al 118 è stata segnalata la presenza di due feriti gravi, risultati poi essere Guzzo e Scredi.

La giovane, colpita alla gola e al torace, è stata trasferita in condizioni gravissime all’ospedale Perrino di Brindisi, mentre il compagno, ricoverato all’ospedale Vito Fazzi di Lecce, è stato sottoposto a un intervento chirurgico e se l’è cavata con una prognosi di 30 giorni.

Poche ore dopo è stata fatta la macabra scoperta: la prima ipotesi è che Di Punzio si sia tolto la vita dopo la duplice aggressione, ma sarà l’esame autoptico, già disposto dal magistrato, a fare chiarezza sull’accaduto.

  • shares
  • Mail