Caserta: uomo armato di coltello semina il panico

semina panico caserta

Momenti di paura nel giorno di Natale nel rione Cappiello di Caserta dove un uomo con un un coltello in mano ha seminato il panico tra la gente scagliandosi alla fine contro i carabinieri intervenuti per bloccarlo.

In manette è finito un 38enne del posto, definito dalle autorità sanitarie "soggetto tossicodipendente con pericolosità sociale”. L'uomo, poi risultato positivo a cannabinoidi e metadone, è stato arrestato dai militari dell'Arma nella tarda serata del 25 dicembre con le accuse di danneggiamento e oltraggio a pubblico ufficiale.

Una telefonata aveva avvertito poco prima che in via Tiziano c'era un uomo, armato di coltello e con il volto sanguinante, che stava andando in escandescenza. Immediato l’arrivo dei carabinieri che hanno trovato l’uomo che, a torso nudo, stava distruggendo delle fioriere. Alla viste dei carabinieri l'uomo ha tentato di aggredire anche loro.

L’uomo è riuscito a danneggiare a calci e pugni l'autorardio di servizio, poi si è spogliato e ha oltraggiato i militari con pesanti offese. Finalmente bloccato, il 38enne è stato portato all'ospedale di Caserta, dove è stata necessaria una consulenza psichiatrica.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail